Termine di presentazione domande di messa a disposizione a.s, 2020/21.

Prot. n.     2440/7-6                                                                                                                                Torre Annunziata, 10/07/2020

                                                                                                                                             Agli Istituti di ogni ordine e grado di Napoli

                                                                                                                                                                    Al Albo - Al Sito web-  Agli Atti

 

Oggetto: Termine di presentazione   domande   di   messa   a disposizione   per eventuale stipula di contratti a tempo determinato a.s, 2020/21.

 

Il  Dirigente Scolastico

 

VISTO         il  D.M.   n.131/2007 "Regolamento   per il  conferimento    di supplenze al personale docente ed educativo";

CONSIDERATA   la possibilità di dover procedere alla stipula di contratti a tempo determinato incluso posti di sostegno,

DISPONE

 

che le istanze  di  messa  a  disposizione per  l'a.s.  2020/21 saranno accolte  esclusivamente se  pervenute alla scrivente Istituzione scolastica dal 3 agosto 2020 al 23 agosto 2020.

 

Nelle domande dovrà essere specificato in modo chiaro la tipologia di posto (classe di concorso, classe comune/sostegno) per la quale ci si rende disponibili; le domande dovranno essere corredate di curriculum vitae in formato europeo con dichiarazione di responsabilità ai sensi del DPR 445/2000 ed inviate ai seguenti indirizzi di posta elettronica: naic8bg001@istruzione.it  e   naic8bg001@pec.istruzione.it

Per le messe a disposizione su posti di sostegno è necessario dichiarare sotto la propria responsabilità l’eventuale possesso del titolo specifico ai sensi del DPR 445/2000.

 

Le domande pervenute fuori dal citato termine non saranno prese in considerazione.

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof.ssa Rosalba Sorrentino

Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi

dell’art. 3, comma 2 del decreto legislativo n. 39/1993